salta al contenuto

Curatela

COS’È?

La curatela viene aperta d’ufficio in seguito a sentenza di inabilitazione pronunciata dal Tribunale. Dopo l’apertura della curatela viene nominato un curatore, che è la persona che assiste l’inabilitato nel compimento di atti di straordinaria amministrazione, previa autorizzazione del Giudice tutelare.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

artt. 392 ss. c.c. e artt. 415 ss. c.c.

CHI PUÒ RICHIEDERLA?

La curatela viene aperta d’ufficio in seguito a sentenza di inabilitazione.

È possibile far pervenire al Giudice tutelare una proposta riguardo alla persona da nominare curatore.

COME SI RICHIEDE E DOCUMENTI NECESSARI

Il Giudice tutelare che apre la curatela, convoca d’ufficio la persona che ritiene più idonea per essere nominata curatore, scegliendola innanzitutto fra i parenti dell’inabilitato e tenendo in considerazione le eventuali osservazioni scritte fatte pervenire in cancelleria dai parenti o da chi conosce l’inabilitato.

Il curatore viene nominato con decreto del Giudice tutelare e viene convocato per l’accettazione dell’incarico.

DOVE SI RICHIEDE?

Il ricorso deve essere presentato presso la Cancelleria del Giudice Tutelare del Tribunale  competente per territorio in relazione alla residenza o al domicilio dell’inabilitato.

A Bolzano:

Tribunale di Bolzano, Piazza Tribunale 1 – 39100 Bolzano
Cancelleria Giudice Tutelare – 3° piano (lato Corso Italia)

 

QUANTO COSTA?

Il procedimento è esente dal pagamento del contributo unificato.

È invece soggetto:

  • al pagamento della marca da bollo da € 27,00 per diritti forfettari di notifica (art. 30 D.P.R. 115/02)
  • ai diritti di copia e di certificato previsti dall’art. 40 D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 (T.U. in materia di spese di giustizia)